PUCK – DISCO DA HOCKEY

Puck è il nome assegnato al disco di gioco da hockey, probabilmente derivante dal verbo “to puck” ( colpire ) di origini britanniche, e consiste in un dischetto che prende le funzioni della palla da gioco.

puck hockey

La struttura del puck è stata studiata per essere funzionale al gioco su ghiaccio, dovendo quindi rispettare certe caratteristiche come lo scivolamento sulla superficie ghiacciata, e al tempo stesso reggere ed attutire l’impatto con le stecche da gioco. Il disco è realizzato in gomma vulcanizzata, ha un altezza di 2.54 cm, diametro di 7.52 cm e il peso varia da 160 a 170 g. Quà sotto è riportato un video che illustra la fabbricazione di un disco standard.

 

GOMMA VULCANIZZATA

La vulcanizzazione è un processo di lavorazione della gomma, la quale viene legata chimicamente allo zolfo mediante riscaldamento. Attraverso questo processo si ottiene un materiale elastico e poco rigonfiabile se tenuto a contatto con solventi organici. La vulcanizzazione provoca una modifica della conformazione molecolare del polimero alla quale è dovuto l’aumento di elasticità e resistenza a trazione, la soppressione di proprietà negative quali l’abrasività e l’appiccicosità oltre che una maggiore resistenza agli effetti dell’ ossigeno atmosferico e a molte sostanze chimiche.

La vulcanizzazione della gomma, è un processo chimico fisico che avviene mediante l’impiego della temperatura come catalizzatore. La vulcanizzazione è quindi un processo ”termoindurente”.

Tale processo avviene impiegando presse a piani riscaldati che raggiungendo la temperature attorno ai 200 °C, consentono lo stampaggio ad iniezione o lo stampaggio a compressione che si realizza con apposite presse oleodinamiche.
La forma del pezzo viene realizzata mediante l’approntamento di un idoneo stampo in acciaio, con un numero di impronte determinato in base al volume del pezzo e delle quantità da realizzare. Lo stampo viene inoltre progettato a seconda della tecnica di stampaggio prescelta.
Notevole importanza per le caratteristiche finali dell’articolo in gomma, riveste la scelta della mescola di gommada impiegare. La corrispondenza della mescola alle caratteristiche richieste dal Cliente o imposte dalla normativa tecnica o da eventuale capitolato, viene verificata mediante opportuni test e prove che vengono eseguite in laboratorio con l’impiego di apposita e specifica strumentazione.
Si tenga presente che per mescola si intende l’insieme del polimero base e di opportuni additivi e sostanze che conferiscono o completano le caratteristiche richiesta o previste.

In sostanza il processo di vulcanizzazione si sviluppa in due fasi: prima le la gomma gonfiata viene introdotta in stampi metallici per la vulcanizzazione sottopressa e a circolazione di vapore; dopodichè gli stampi una volta finita la vulcanizzazione vengono raffreddati in vasche d’acqua. Una volta estratta la gomma dall’acqua essa è pronta e finita; per il caso del puck da hokey, questo viene raffreddato prima degli incontri per diminuire i rimbalzi sul ghiaccio. Il processo di lavorazione e vulcanizzazione della gomma è riportato nel video qua sotto.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...