GLI SCHERMI CURVI (Rivisto da Karim Fayad)

I componenti:

I display al plasma sono sostanzialmente delle lampade a luce fluorescente (come i neon). Molte piccole celle posizionate in mezzo a due pannelli di vetro mantengono una mistura inerte di gas nobili (neon e xeno).il gas nelle celle viene elettricamente trasformato in un plasma, il quale poi eccita i fosfori ad emettere luce.i gas di xeno e neon in un televisore al plasma sono contenuti in centinaia di migliaia di piccole celle posizionate tra due pannelli di vetro.anche dei lunghi elettrodi vengono inseriti tra i pannelli di vetro, davanti e dietro le celle. Gli elettrodi di indirizzamento sono dietro le celle, lungo il pannello di vetro posteriore.Gli elettrodi trasparenti dello schermo, che sono circondati da materiale elettrico isolante e coperti di uno strato protettivo in ossido di magnesio, sono montati davanti alle celle,lungo il vetro anteriore.la circuiteria di controllo carica gli elettrodi che si incrociano ad una cella, creando una differenza di potenziale tra davanti e dietro, provocando la ionizzazione dei gas e la formazione di plasma; quando gli ioni del gas si dirigono verso gli elettrodi e collidono vengono emessi dei fotoni.

Ogni pixel è fatto di tre sottocelle separate, ognuna con fosfori di diversi colori.Una sottocella ha il fosforo per la luce rossa, una per la luce verde e l’altra per la luce blu. Questi colori si uniscono assieme per creare il colore totale del pixel, analogamente ai computer a tre colori. Variando gli impulsi di corrente che scorrono atraverso le diverse celle migliaia di volte al secondo, il sistema di controllo può aumentareo diminuire l’intensità di ogni colore di ogni sottocella per creare miliardi di diverse combinazioni di verde, rosso e blu.in questo modo il sistema di controllo può produrre la maggior parte dei colori visibili.

Plasma-display-composition

Il vetro(Risultato dalla curvatura dello schermo)

La lastra di vetro viene messa sullo stampo e con esso introdotto nel forno. La lastra si rammollisce e per il peso proprio, si adagia sullo stampo nel sistema a gravità, oppure viene accompagnata dalle pinze meccaniche se le curve sono tali da non permettere con la sola forza di gravità l’adesione della stessa allo stampo.

Curvatura vetro

Come insonorizzare una parete in  cartongesso già esistente? articolo a cura di Martina Poggi

Senza titolo-1height-600-90

Il cartongesso è attualmente uno dei materiali più usati nell‘edilizia leggera data la sua velocità di applicazione e le sue particolari doti termoacustiche. Si vende in pannelli di 1,2×2 metri anche se si possono trovare di diverse misure come 1,2×3.In paesi come Francia e Inghilterra le sue dimensioni sono invece di 1,25×1,5. Il suo spessore varia in base all’applicazione richiesta, infatti esistono decine di pannelli di diverse caratteristiche. In Italia, lo spessore più diffuso è di 12,5mm. Oltre alle proprietà termoacustiche, ricordiamo anche quelle ignifughe e quelleidrorepellenti.

Solitamente una parete in cartongesso può avere uno spessore di 8-10 cm, comprendente due lastre esterne di cartongesso e un’intercapedine solitamente riempita di materiale isolante e/o fonoassorbente. Un controsoffitto o una controparete di appena 1-2 cm.

Fonoisolanti

Prodotti specifici per l’isolamento acustico, per bloccare la propagazione dell’onda sonora e impedire la tramissione del rumore. Sono realizzati con un materiali con elevata massa o densità (come piombo, EPDM, gomma vulcanizzata)in singolo strato o accoppiati a materiali fonoassorbenti.

Poliuretano espando

E’ un polimero che ha ottime caratteristiche di materiale assorbente acustico da impiegare sia nel riempimento di intercapedini per aumentare la prestazione fonoisolante delle pareti, sia a vista per rispondere ad esigenze di miglioria del comfort acustico di ambienti abitativi ed insediamenti umani civili e commerciali. Si presta ad applicazioni tecniche differenziate a seconda delle sue versioni produttive (liscio,bugnato,piramidale). Prodotto in materassini morbidi. il poliuretano può essere insufflato per riempire intercapedini e facilmente lavorato se usato sotto forma di schiuma poliuretanica, rispondendo a molteplici esigenze di fonoassorbimento.

Schiuma poliuretanica

CHE COS’E’

La schiuma poliuretanica monocomponente auto espandente per applicazioni con apposita pistola, che indurisce per effetto dell’umidità atmosferica.

La struttura cellulare è uniforme, a pori prevalentemente chiusi, la stabilità dimensionale e le proprietà meccaniche sono tali da rendere il prodotto ideale per fissare, isolare e sigillare.

Le certificazioni per l’isolamento termico e acustico la rendono ideale per eliminare i ponti termici in edilizia e per isolare dal rumore.

Ha un’ottima adesione a tutti i più comuni materiali usati in edilizia, sia lisci che porosi: legno, cemento, intonaco, metalli, materie plastiche (eccetto politene, PTFE e silicone).

La schiuma poliuretanica elimina i ponti termici e isola dal rumore, è particolarmente indicata per il montaggio, la coibentazione, l’insonorizzazione e l’isolamento di porte, finestre e cassonetti; riempie penetrando in tutte la cavità, riempie e sigilla giunti, scanalature, cavità e passaggi di tubature, esegue o completa rivestimenti termici ed acustici, fissa scatole elettriche.

VANTAGGI

Quando indurita, è inattaccabile da microorganismi e muffe e presenta un’ottima resistenza anche agli agenti chimici. Si può forare, tagliare, stuccare e verniciare. E’ impermeabile e resistente  al calore, al freddo e all’invecchiamento; è ideale per l’utilizzo con ogni tipo di pistola per l’estrusione di schiume poliuretaniche.

MODALITA’ DI APPLICAZIONE E ISTRUZIONI

Si applica a superfici pulite e sgrassate. Bisogna agitare molto bene la bombola prima di ogni uso ed avvitare la bombola al collare della pistola.

Inumidire le superfici con acqua prima di schiumare. Per un’ottima resa è ideale una temperatura della bombola dai 18 ai 22°C.

Usare i guanti inseriti nel cappellotto della bombola per evitare il contatto con la pelle.

Inumidire anche durante e dopo l’applicazione. Tramite il dosatore a vite, regolare durante e dopo l’applicazione.

Per cavità di notevoli dimensioni, applicare la schiuma a più strati, ricordarsi di inumidire sia il substrato, che la schiuma, in modo da accelerare l’indurimento e avere una presa migliore.

La schiuma è auto espandente: aumenta del doppio, perciò non riempire la cavità oltre la metà.

Il prodotto è stabile a magazzino in contenitori originali non aperti, a 20/25°C per 12 mesi dalla data di produzione.

Una volta applicata, deve essere protetta dai raggi UV e dalla luce del sole.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Resa (espansione libera)

Litri: 40-45

Densità (espansione libera)

Kg/mc 15

Dimensione delle cellule medio-fini

Tempo di formazione della pelle: 6-8 minuti

Lavorabilità: taglio (cordolo 2 cm)

Minuti: 13-16

Indurimento completo (cordolo 2 cm)

Ore: 6-8
Temperatura di applicazione: °C +5+35
Resistenza alla temperatura: °C -40+100
Resistenza a trazione: Mpa 0,08
Allungamento a rottura: 18%
Resistenza al taglio: Mpa 0,03
Resistenza a compressione: Mpa 0,05
Assorbimento acqua: 0,3%V/V

Vantaggi: questa tecnica permette di insonorizzare acusticamente e termicamente una parete in cartongesso già realizzata, evitando di dover smontare il pannello di cartongesso ed e di conseguenza il montante, ma si pratica semplicemente un piccolo foro nel cartongesso e vi si inserisce la schiuma poliuretanica che nel giro si poche ore aumenta notevolmente il suo volume, fino ad indurirsi.

Tale tecnica evita gli sprechi ed è quindi molto economica.

GLI SCHERMI CURVI

La tecnologia fa passi da gigante e anche uno strumento “vecchio” come può essere la tv si aggiorna. Infatti, LG ha presentato il primo televisore con lo schermo curvo al mondo. Il noto marchio coreano è considerato uno dei migliori nella produzione di schermi tv e monitor per il pc. Ora è arrivata l’evoluzione e con questa modifica, si promette allo spettatore una maggiore immersione nelle scene sullo schermo.
L’obiettivo è di creare un’esperienza totale eliminando distorsioni e perdita di dettagli: un’evoluzione che va di pari passo a quella dell’HD e del 3D.
La curva serve migliorare la visualizzazione degli angoli laterali: problema nato con i televisori piatti, e invece meno riscontrabile nei vecchi televisori con vetro leggermente curvato. Non si tratta di una curvatura eccessiva: è un lieve, ma visibile cambiamento che aggiunge chiarezza alla fruizione. Il televisore con lo schermo curvo di LG è fatto in modo che l’intera superficie dello schermo sia praticamente alla stessa distanza dagli occhi: ciò tende a eliminare distorsioni e perdita di dettagli, anche per merito di un algoritmo di controllo per i colori riprodotti sullo schermo. Immagini che sono ottenute utilizzando pixel autoilluminanti. Ogni pixel controlla singolarmente la propria luminosità garantendo un rapporto di contrasto praticamente infinito. Il grado di curvatura dello schermo è stato calcolato in modo tale da fornire all’occhio umano la stessa distanza da qualsiasi punto dello schermo.

schermo curvo

Televisore LG UB9: un pannello Ultra HD, con risoluzione quattro volte superiore a quella dei normali Full HD. Lo schermo è curvo per garantire una visione migliore. La diagonale è 105 pollici, oltre 2,6 metri.
Il punto di forza di questo televisore, l’LG 55EA980V, è ovviamente il design, con i suoi 55 pollici è una presenza importante nel salotto o nel soggiorno, quindi il design è essenziale. Lo si vede dallo schermo, che è sottilissimo, solo quattro millimetri, su un pannello largo un metro e venti. E per dare resistenza a questo “foglio” il retro del televisore è in carbonio.
Ma il nuovo televisore di Lg non è solo design, c’è anche un grande lavoro sulla tecnologia, in una rivoluzione che non vuole essere solo estetica ma anche tecnica. Lg è all’avanguardia sull’ultra HD. Una straordinaria tecnologia 3D proprietaria per vedere il televisore con occhiali senza batteria, c’è la tecnologia Pixel a 4 colori di LG che aggiunge un subpixel bianco per ottenere il massimo in termini di qualità delle immagini, un sistema audio di alta qualità realizzato con speaker sottilissimi di materiale ceramico inseriti all’interno della base. E anche questa non è usuale: è curva e trasparente si adatta alla forma di questo nuovo e rivoluzionario schermo realizzando un unico elemento di design.